NOVENA IN ONORE DI SAN SILVERIO

Onnipotente Iddio, che nella piena del tuo Amore, per le tante virtù di cui arricchisti il cuore del nostro Protettore San Silverio, lo illuminasti di verace e costante fede, tanto che egli, per questo preziosissimo dono, si mantenne intrepido alle minacce degli arrabbiati eretici del suo tempo, e non contento di averli più volte confusi con il suo esempio e con la sua dottrina, seppe con invincibile costanza e animo imperterrito resistere alle eterodosse pretensioni della moglie di Giustiniano. Fa che, emulando ancor noi tanta costanza, illuminati dalla fede, sappiamo resistere alle suggestioni del demonio, affinchè, vivendo, una vita mortificata e santa, siamo fatti degni di venire un giorno ad avere in dono quella sede che promettesti agli eletti in cielo.
Gloria al padre……..
Gran santo Protettore, Silverio venerato
il popolo adunato a te s’inchina
il popolo adunato a te s’inchina.
 
Clementissimo Iddio che per eccesso d’amore verso il nostro protettore San Silverio, non solo lo sublimasti a sostenere le mistiche chiavi della Chiesa, ma radicasti nel suo cuore sì viva speranza verso le cose eterne, da fargliele anteporre agli onori, alle ricchezze, ai fasti di questa valle di miserie e di lusinghiere apparenze; tanto ch’egli, armato della dottrina dei santi padri e della forza della retta religione, seppe combattere e reprimere le false teorie dei eretici, e non curante degli infami mire di Teodora che impose a Belisario di privarlo del seggio papale, si tenne forte e costante nella fede e nella speranza. Fa che, non tenendo alcun conto dei beni transitori di questa terra, anche noi tolleriamo senza rancore, ma umili e rassegnati, i biasimi, le detrazioni degli uomini, i travagli di questa misera vita, onde venirti a godere nella beata patria del Paradiso.
Gloria al padre……..
Gran santo Protettore, Silverio venerato
il popolo adunato a te s’inchina
il popolo adunato a te s’inchina.
 
Eterno misericordiossimo Iddio che nell’accendere straordinariamente di fuoco il cuore del nostro protettore San Silverio, lo rendesti forte agli insulti di quel perfido generale Belisario che, chiamatolo nel suo palazzo, gli fece strapazzatamente strappare di dosso gli abiti ponteficali, e qual mansueto agnello, imitando gli esempi del sommo pastore Gesù Cristo, di cui teneva le veci qui in terra, subì l’esilio in Patara e di là nella nostra Isola di Ponza  ove sempre intento il pio pastore al suo apostolico ministero, ne continuò, pur relegato, a compiere tutte le funzioni; e qual Ostia graditissima al tuo cospetto, colse qui, finalmente la palma del martirio con dura e violenta morte. Or ti preghiamo: fa che ancor noi, infiammati di santo e divino amore, forti qui in terra nelle avversità e tribolazioni, attratti solo dalle tue Divine Grandezze, con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutte le nostre forze ti serviamo e ti amiamo in terra per goderti poi eternamente in cielo. Amen

Gloria al padre……..
Gran santo Protettore, Silverio venerato
il popolo adunato a te s’inchina
il popolo adunato a te s’inchina.